Evento Pomellato a Pietrasanta
sabato 5 luglio 2014

artista Nicola Biondani
fotografia Claudio Beduschi
modella Rebecca Cancellieri

Comunicato Stampa
L’ARTE DI NICOLA BIONDANI, L’ARTE ORAFA DI POMELLATO E L’ARTE DELLA TESSITURA DI SAN PATRIGNANO:
PERFORMANCE ESCLUSIVA A PIETRASANTA

La splendida Pietrasanta, con la sua concentrazione di artisti, mostre e gallerie d’arte, è considerata la punta di diamante della cultura in Versilia. Una prova dell’inesauribile vitalità del luogo è l’evento “Il filo dell’Arte e della Solidarietà” che avrà luogo il 5 luglio nell’Hotel Pietrasanta – che ospita un’importante collezione di opere contemporanee – con la collaborazione di Rizzuto, gioielliere di Forte dei Marmi.

L’evento, che ha come protagonisti lo scultore Nicola Biondani, la maison di gioielli Pomellato e la comunità di San Patrignano con la sua madrina Letizia Moratti, intende rivelare dal vivo il filo che unisce l’Arte con il più fine Artigianato: portatori di valore – e di valori – hanno il dono di saper creare dal nulla opere che esprimono bellezza e unicità.

Durante la performance Nicola Biondani realizzerà dal vivo un’opera in argilla cruda raffigurante una donna che indossa gioielli Pomellato, anch’essi riprodotti in argilla dorata. La grazia ieratica di quest’opera “d’arti” contiene in sé un ulteriore valore simbolico: un filo inserito nell’argilla proveniente dalla tessitura di San Patrignano, comunità alla quale l’artista devolverà tutti i proventi della vendita delle sculture.

Gli appassionati potranno inoltre ammirare dal vero Nudo, Tango e Arabesque, i gioielli Pomellato coprotagonisti della performance ed emblemi del savoir faire orafo del marchio. Nudo, la collezione icona del brand, rappresenta la purezza delle forme, Tango, con i suoi mille diamanti, il lato più glamour e prezioso, mentre Arabesque è un inno alla femminilità più misteriosa e affascinante.
Accanto alle collezioni saranno esposti i bozzetti preparatori dell’opera d’arte.

Arte, Glamour, Charity. “Il filo dell’Arte e della Solidarietà” si annuncia con decisione come uno degli eventi imperdibili dell’estate versiliana.